fbpx

    Categorie

    Categorie - Uva da Tavola

    Ricordate l'intervista pubblicata qualche settimana fa sulla procedura avviata dalla CUT per realizzare il distretto produttivo di qualità dell'Uva da tavola?

    I dati della bilancia commerciale import/export del 2020 diffusi da Fruitimprese confermano il dinamismo e la grande professionalità delle imprese ortofrutticole italiane.

    La quarantena ha portato buone idee all'agronomo Emanuele Vita, agro-ingegnere siciliano e socio dell'Azienda Agricola GEVA - dei Fratelli Vita, a Favara, in provincia di Agrigento.

    La clorosi ferrica è una fisiopatia determinata da una carenza di ferro nei tessuti vegetali molto comune in Italia poiché favorita dalla presenza di suoli calcarei e con pH elevato per l’abbondante presenza di carbonati e bicarbonati.

    Le abbondanti piogge durate per tre interi giorni e seguite da almeno due settimane con elevati livelli di umidità - tra fine gennaio e l'inizio di febbraio - hanno creato il peggior scenario possibile per l'uva da tavola cilena, considerando anche la tempistica dell'evento.

    Puglia, dopo le gelate gli addetti ai lavori sono al lavoro per stimare i danni. Ecco la testimonianza di Pasquale Schiavone: produttore di uva da tavola, nettarine e ciliegie.

    Il tema della digitalizzazione e dell’innovazione del settore agricolo è più che mai attuale: i vantaggi che le tecnologie odierne offrono al settore primario si riflettono su una gestione più capillare e attenta delle aziende e delle attività sul campo.

    Per ottenere il prezzo massimo sul mercato dell’uva da tavola è necessario coniugare elevate produzioni ai più alti standard di qualità. Ecco come ottenere un raccolto perfetto.

    All'interno del complesso ecosistema del vigneto diversi e numerosi sono gli elementi che influiscono sul calibro degli acini del grappolo di uva da tavola.

    La costituzione del distretto agroalimentare di qualità dell’uva da tavola rappresenta la vera sfida della Filiera. Se da un lato potrà essere lo strumento attraverso cui intercettare nuovi fondi per lo sviluppo, dall’altro testerà le capacità dell’intero comparto. 

    I prodotti fitosanitari contenenti mancozeb, da solo o in miscela, non potranno essere più commercializzati dal 4 luglio 2021, anche se ne sarà consentito l’utilizzo fino al 4 gennaio 2022 per consentire lo smaltimento delle giacenze detenute dalle aziende agricole.

    Presentazione delle domande da oggi. Le risorse saranno concesse come contributo a fondo perduto e finanziamento agevolato.

    Pagina 8 di 175

    Sfoglia la rivista

    © Fruit Communication Srl
    Tutti i diritti riservati

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12
    Fruit Communication Srl | Sede legale Viale Giacomo Saponaro Sindaco - 70016 - Noicattaro (BA)
    Partita IVA 07969090724
    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca