fbpx

    Categorie

    Venerdì, 25 Giugno 2021 15:12

    Caldo record: come evitare le scottature su uva e vegetazione

    Dalla Sicilia, il tecnico di campo Giuseppe Cardaci, è ogni giorno più allarmato, e ci comunica che - per via delle scottature da caldo - secondo le sue stime il 50% della produzione della cv di Red Globe è andato perduto. C’è da dire che anche in Puglia il clima è rovente.

    uva red globe scottata dal sole

    Le temperature per tre giorni hanno toccato, e talvolta anche superato, i 42°C.

    I cambiamenti climatici in atto dovrebbero spingerci sempre più ad implementare il livello di tecnologia nei vigneti. Inoltre dobbiamo imparare a convivere con la consapevolezza che nei prossimi anni gli eventi climatici estremi saranno sempre più frequenti.

    Pertanto le ondate di calore così violente e persistenti come quella che stiamo vivendo da qualche giorno nel Sud Italia metteranno sempre più a dura prova le produzioni. Tutto ciò deve guidare il comparto produttivo a premunirsi, mettendo a punto accortezze agronomiche volte ad alleviare - in questo caso - lo stress da caldo delle viti.

    SUSCETTIBILITA' VARIETALE
    Bisogna essere coscienti del fatto che esistono varietà più o meno suscettibili. Per esempio tra le varietà tradizionali più sensibili a colpi di caldo o eccessivo irraggiamento solare ritroviamo Red globe, Palieri, Vittoria e Black Pearl. Soprattutto se i grappoli sono fase di ingrossamento dell'acino.

    DISTANZA DAI TELI
    Per evitare scottature della vegetazione sarà necessario realizzare vigneti avendo premura di distanziare il telo dalla vegetazione, inoltre sarebbe opportuno lasciare una distanza di 20 cm tra i teli. Grazie al "canaletto" che si formerà tra i teli, l'aria calda potrà fuoriuscire con facilità.


    VIE DI FUGA PER IL CALORE 
    Nei vigneti coperti per l'anticipo, la cosiddetta serra chiusa, i "canaletti" sono praticamente inesistenti. Condizioni di questo tipo, se durante i mesi di gennaio e febbraio possono essere perfette per facilitare l'anticipo, nei mesi successivi creeranno i presupposti per le scottature delle viti e dei frutti.

    Già nelle giornate più calde di aprile e maggio - infatti - l'aria calda, non riuscendo a fuoriuscire, rimane intrappolata nel vigneto e tenderà a spostarsi nella parte più alta dell'impianto (tetto) oppure - se l'impianto è stato costruito su di una superficie in pendenza - nella porzione dell’impianto con un'altitudine maggiore.

    In questo caso risulta fondamentale sollevare i teli laterali almeno durante le giornate più calde. Già ad inizio primavera, infatti, in questo tipo di impianti sarà facile scorgere delle bruciature sulla vegetazione più tenera, causate dalle temperature troppo alte registrate sotto le coperture.



    GESTIONE DEL VERDE
    Attenzione bisogna riservare anche alla gestione del verde. Anche in questo caso la parola "equilibrio" dovrà guidare produttori e tecnici. Se il vigneto ha sviluppato poche foglie può essere un problema.

    IRRIGAZIONE
    Ovviamente durante le ondate di calore non bisogna lesinare circa l’irrigazione, ci sarà bisogno di dare acqua poco e spesso per evitare carenze idriche. Esse potrebbero causare diversi tipi di stress che a loro volta avranno effetti sulla qualità e sulla quantità della produzione. Il massimo sarebbe disporre di stazioni meteorologiche o sonde al terreno per conoscere in modo più razionale e preciso le condizioni e le esigenze del nostro campo per poi agire di conseguenza.

    COPERTURE 
    Infine, ma non per ultimo, si dovrà prestare attenzione alle caratteristiche del telo prescelto per la copertura. I teli sono infatti più o meno sottili e di materiali differenti. A seconda delle proprie specificità il telo potrà diventare un fidato amico della pianta e dell'azienda agricola. La copertura, infatti, agirà come filtro e permetterà l'ingresso in vigneto di una minore radiazione solare.

    Autori: Mirko Sgaramella, Teresa Manuzzi
    ©uvadatavola.com

    Sfoglia la rivista

    © Fruit Communication Srl
    Tutti i diritti riservati

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12
    Fruit Communication Srl | Sede legale Viale Giacomo Saponaro Sindaco - 70016 - Noicattaro (BA)
    Partita IVA 07969090724
    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca